Sottosuolo.

24 marzo 2012

Si è fatto il vuoto, si è disteso come una tovaglia su un tavolo, qualche piega lo increspa: è la memoria che al di sotto si agita, rovista nei ricordi, smuove sogni ai piedi del tavolo, con le sue mani squadra ognuno di essi come oggetti antichi ormai in disuso, soffia per un istante la polvere che li ricopre e poi si accorge che troppe volte sono stati usati e rimessi al loro posto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: