Fantasticheria interrotta

29 aprile 2012

Leonor Fini

L’angelo smemorato
dimentica spesso le sue ali,
il colore del cielo, la forma
dei sogni e delle nuvole.
Mi osserva stasera
distratto,
come si osserva un uomo
di vetro, naufrago
alla deriva sul mare in bonaccia,
sordo della sua dimenticanza,
cieco nel suo smarrimento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: