Inermità e silenzio

29 aprile 2012

Si è fatta silenziosa quell’inermità, simile più all’immobilità che alla rabbia di allora, di quando ci si sentiva schiacciare dal tuono della voce. Adesso resta soltanto il velo di certe parole, urlate, ingiuriose,  e le scorie, i residui che ancorano con una angosciosa catena la volontà, piegandola ai sensi di colpa, al verdetto dell’inadeguatezza al vivere, è una invisibile gabbia fatta di sbarre sottili che disegnano ancora le loro ombre sul pavimento della memoria quando la luce del giorno, in solitudine, filtra dalla finestra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: