loco anelito

22 ottobre 2012

Forse le aspettative, le aspirazioni degli altri che indirettamente ricadono anche su di te, ti riguardano in qualche modo o, inevitabilmente, per un qualsiasi caso della vita, ti incrociano e ti “costringono” a fermarti, a riflettere, sono più pressanti, urgenti perché mettono a nudo le tue, quelle che proprio la vita ha insabbiato, come fa lo struzzo quando nasconde il capo sotto la sabbia, o quelle abbandonate, lasciate per la strada, fino al punto in cui ci siamo fermati e abbiamo deciso di non proseguire più, perché lungo il cammino, arriva il momento in cui dimentichiamo dove volevamo andare e da dove siamo partiti. Forse, per riprendere il cammino, talvolta bisogna chiedere ad un qualsiasi viandante “Dove stai andando?” e provare a percorrere per un po’ la strada con lui per ritrovare la propria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: