l’ombra di un altro mondo

9 dicembre 2012

“…non appena la luce dell’alba illuminò la collina, vidi una scia di condensazione attraversare, … il riquadro del cielo delimitato dalla mia finestra. All’epoca interpretai come un buon auspicio quella traccia bianca, adesso invece, guardando all’indietro, temo sia stata la prima scalfittura che da allora attraversa la mia vita. L’apparecchio in volo all’apice della sua traiettoria era altrettanto invisibile quanto i passeggeri nel suo ventre. L’invisibilità e l’inafferrabilità di ciò che ci fa muovere, questo è rimasto un enigma, alla fin fine insondabile, anche per Thomas Browne che considerava il nostro mondo solo come l’ombra di un altro. “
(W.G.Sebald – Gli anelli di Saturno)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: