Dasein

23 marzo 2013

Prima o poi arriva il momento della scelta, tra noi stessi e gli altri, un rintocco, un segno, ci avverte che è giunta l’ora di chiudersi la porta alle spalle e andare per la propria strada anche se non se ne conosce la destinazione. Forse siamo noi stessi il fine. E quando finalmente senti di doverti alzare, uscire dall’ombra, ricominciare a respirare, con la stessa naturalezza di chi non si chiede perché, allora è il momento doverlo fare.

Morire fisicamente, avviene una volta sola e per sempre, morire dentro, si muore molte volte e silenziosamente, così come si può rinascere, silenziosamente e poi capire, accettare la consolazione di “essere”, semplicemente essere…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: