nauseante

7 aprile 2013

Ero perfetto, e tu eri quella che non si nascondeva, eri sicura al centocinquanta per cento e io insicuro, tutto si è dissolto, forse è il buio che c’è dentro di me, adesso più che mai, morire sarebbe la soluzione, ma sono già morto, uccidermi è impossibile, la luce c’è stamattina, ma non guardo fuori dalla finestra, non me ne frega un cazzo di quello che c’è fuori, è tutto inutile, dovrei anche lavorare, ma non ho le forze e la volontà è spenta, vorrei fermare il tempo, dormire fino alla fine dei miei giorni per non sentire i pensieri che rimbombano nella testa come mazze appuntite che quando colpiscono non feriscono a morte, ma continuano, costanti, a colpirti senza far rumore, solo dolore dolore dolore, dentro in silenzio, dolore e silenzio che consumano dall’interno ogni forza, ogni volontà, ogni desiderio, e essiccano il senso di appartenenza a questo mondo che non esiste più, si è soli, di fronte al baratro, al nulla che ti inghiotte al rallenty, un minuto di angoscia pari ad un secolo. E la nausea, la nausea che sento di me stesso, del resto, di tutto quello che è stato, di tutto quello che sarà, se qualcosa ci sarà dopo questa prigione, è insopportabile, insopportabile, inumano, senza senso alcuno, assurdo, assurdo, assurdo…

“…da un po’ di tempo, ma il perché non lo so,

ho perso tutto il mio buon umore,

ho perso il mio interesse allo studio agli svaghi

in una parola il mio stato d’animo è così depresso che

che questa bella architettura, la terra,

mi sembra ora uno squallido promontorio,

e persino il leggendario coperchio del cielo

vedete questo tanto magnifico firmamento

questo tetto superbo punteggiato di fuochi d’oro

… beh, non sembra più altro a me

Che un cumulo marcio di pestilenziali vapori.

Che grande capolavoro è l’uomo!

Così nobile nella ragione!

Così infinito nelle sue facoltà

Nella forma nel movimento

 così svelto, così ammirevole!

Nell’azione simile a un angelo!

Nel pensiero quasi uguale a un dio!

E’ il centro dell’universo!

Superiore a tutti gli altri animali!

Tuttavia… per me non è nient’altro che fango!”

(Amleto)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: