Pensami

11 maggio 2013

(” Ti ho pensato. Credimi.” mi hai scritto.)

Pensami

e dopo averlo fatto

dimmi: mi vedi?

No?

Pensami

e dopo averlo fatto

dimmi: desideri di stringermi?

Sì?

E allora pensami

dunque ancora

e se allora lo desideri

stringimi.

Mi stringi a te?

Riesci a sentirmi adesso?

No?

Pensami

di nuovo e dimmi:

cosa provi adesso?

Niente?

Pensami

e dimmi se vorresti

che non fosse mai successo.

No?

Pensami

e, se mi pensi, dimmi:

se vorresti seguirmi?

No?

Pensami

e dimmi:

l’unica cosa che desideri

è che io sia lì con te?

No?

Mi hai pensato?

Hai pensato a tutte cose?

Qualcosa è accaduto

oltre il pensiero?

Se nulla è accaduto

pensa a questo:

il pensiero è un ponte sul nulla

se non segue l’agire,

e il desiderio

è una strada senza uscita.

Quando ti pensavo

volevo vederti

e non vedevo te.

Quando ti pensavo

volevo stringerti

e non stringevo te.

Quando ti pensavo

non sentivo

che le mie braccia

vuote.

Quando ti pensavo

senza te

nulla ho provato.

Quando ti pensavo

avrei voluto

non fosse mai successo.

Quando ti pensavo

avrei voluto seguirti

ovunque

senza sapere dove fossi.

Ma dove sarei andato?

Quando ti pensavo

avrei voluto essere lì

con te.

Ma nulla di questo

è accaduto.

Il tempo è trascorso

inutilmente

pensandoti.

Tu inutilmente hai pensato

a me. Senza muovere un dito.

Dimmi: vuoi ancora pensare a me

inutilmente?

Sì?

Puoi farlo senza soffrire?

Sì?

Io no, non più.

Addio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: