Salvezza

30 luglio 2013

Rischiari con i tuoi occhi

le ombre, anche di notte,

distrai con l’oro e l’argento

dei tuoi capelli le stelle,

fai della tua voce il mio rifugio

dal silenzio dei passati giorni

senza te,

e nell’oggi, con te,

son vanificati

i perpetui inverni

e gli annosi autunni

di foglie oscure,

che hai soffiato via

dalle mie spalle.

Annunci

I miss you

30 luglio 2013

Non voglio il tuo amore, voglio che TU, per prima, mi ami.

I miss you

27 luglio 2013

I miss you

27 luglio 2013

I miss you

27 luglio 2013

I miss you

22 luglio 2013

L’amore è tra me e quel fondo abissale che c’è dentro di me, a cui io posso accedere grazie a te. L’amore è molto solipsistico; e tu, con cui faccio l’amore, sei quel Virgilio che mi consente di andare nel mio Inferno, da cui poi emergo grazie alla tua presenza (perché non è mica detto che chi va all’Inferno poi riesca a uscire di nuovo). Grazie alla tua presenza io emergo: per questo non si fa l’amore con chiunque, ma con colui/lei di cui ci si fida; e di che cos’è che ci si fida? Della possibilità che dopo l’affondo nel mio abisso mi riporti fuori.

(Umberto Galimberti)

Come immerso.

20 luglio 2013

Non posso chiederti

di non esser lontana,

ma posso io

questa terra

abitare come se fossi vento

e soffiare – come un nulla –

sabbie e sale?

 

Soltanto questo vorrei:

 

della tua lontananza

distogliere da me

il groviglio onnipresente,

 

recidere questo corpo, sciogliere

questo sale, dissolvere questo vento,

nella tua acqua, immerso e circondato,

 

e fermare il mio respiro

sulla tua bocca, confuso e cieco,

all’ombra dei tuoi capelli,

dimenticarmi

adesso, in te.

Quizas

18 luglio 2013

Fuochi – m.y.

15 luglio 2013

L’amore è un castigo. Veniamo puniti per non essere riusciti a rimanere soli. Bisogna amare un essere per correre il rischio di soffrire per lui. Bisogna amarti molto per rimanere capace di soffrirti.

 

m.y.

Lighthouse – w.s.

14 luglio 2013

Non è amore

l’amor che muta se in mutare imbatte

o, rimuovendosi altri, si rimuove,

oh no: è faro che per sempre è fisso

e guarda alle bufere e non dà crollo.

 

(William Shakespeare)

Nudità

14 luglio 2013

L’amore presuppone sincerità, abbandono, nudità assoluta. Se non si è nudi, trasparenti l’uno di fronte all’altro, esso sarà solo una pietosa menzogna tra due persone che non si conoscono realmente, profondamente.

14 luglio 2013

Nell’amore le rassicurazioni valgono come annuncio del loro opposto.

 

(Elias Canetti)

Nihil

14 luglio 2013

Nulla dura per sempre.

Vale lo stesso per queste parole? Sì, No, Forse….

Che cos’è…?

14 luglio 2013

Che cos’è l’amore,

proprio non so,

non so più nulla.

L’unica cosa che so

è che ti amo.

In questo momento difficile, in questo momento in cui entrambi abbiamo paura che accada quello che temiamo entrambi, nonostante ciò, sento di amarti: più temo e più ti amo. Sarà forse perché quanto più si teme di perdersi tanto più ci si aggrappa? Tanto più temo di perderti più mi aggrappo a te?

Più temo di perderti e più ti amo, mi aggrappo a te e vorrei dirti: “ Qualsiasi cosa accada, non mi lasciare, resta con me, per sempre”.

Ogni giorno con te, ogni mio pensiero per te, rafforza sempre più il mio bisogno di te e la paura che ho di perderti – un giorno o l’altro, più tardi che mia, spero – rafforza la mia gelosia, e mi manchi anche quando ci sei, mi manchi anche quando sono con te e tu sei con me, quando solo per istante ti allontani.

Dal qualche giorno, da mercoledì precisamente, non so perché, non so cosa sia accaduto ma in me è caduta una cortina, un velo di triste incertezza, di sottile timore, un’agitazione che diviene paura ogni giorno che passa, questa paura si sta tramutando lentamente in terrore. Tutte queste sensazioni che l’una dopo l’altra si stanno facendo strada dentro di me, si sostanziano in una sola frase: “ Nulla dura per sempre, tutto è destinato a finire o, nel migliore o nel peggiore dei casi, a cambiare, mutare”.

Ricorda: Nulla è per sempre.

Ricorda: Tutto si dimentica.

Ricorda: Le parole che ti hanno detto si dimenticano presto e le promesse non si mantengono mai.

Ricorda: Ciò che pensi, è ciò che è, ciò che è, è ciò che pensi anche se non è nella realtà.

Ma ricorda soprattutto che nulla è per sempre, nulla dura e le parole non contano, ma solo gli atti contano, tutto il resto passa, muore, si modifica, nihil permaneat, nihil…