Lontana.

23 agosto 2013

 

Seduto, aspetto, certo

che la luce del giorno

non ha pazienza d’aspettare,

 

dispare col corso implacabile del sole,

mentre aspetto te

come aspetterei per mille secoli,

 

e non so guardarti

mentre dormi o riposi

lievemente come una foglia,

 

con la paura, adesso,

di non riuscire a dimenticarti;

dovrei non essere io,

 

smettere anche solo per un soffio,

il tempo d’un respiro.

 

Dimenticarti, a volte,

è il solo modo per stare con te

 

anche quando non ci sei,

distante solo di uno sguardo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: