solo contro l’effimero

4 settembre 2013

Non è che con lo star solo che capisco il senso dello star con te, non capisco cosa tu sia per me né per te stessa se non ti sono lontano. Anche se sento questo costante senso di smarrimento, di vuoto, di tristezza, l’unico autentico modo di capire come devo amarti e come ti amo e quanto ti amo è questo star solo. La disciplina dell’amore sta nel non aver bisogno di te. Sostenersi sulle proprie forze, gestire le emozioni, resistere al silenzio, addomesticare il desiderio struggente di unirsi, fondersi due in uno col corpo e nonostante tutto dimenticare il distacco, fingere che questi due corpi, i nostri, siano un nulla, ai quali le nostre anime rischiano di rimanere impigliate come in una ragnatela fragile e dall’esistenza breve di una farfalla o di un’effimera.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: