8 novembre 2013

devo star tranquillo, dici, tranquillo…

prima o poi questa corda troppo tesa

si spezzerà. se questo è “stare insieme”,

nulla è mutato, tutto uguale nella mia vita.

forse è meglio non aspettarsi niente,

forse è meglio far finta che tu non ci sia

forse è meglio non far affidamento troppo sulle parole

dimenticare, dimenticare, dimenticare…

troppe scuse, troppe resistenze, troppi impedimenti,

ed io solo ad ingoiare, ingoiare queste ore, queste notti,

mentre chi ti ha deluso, ha ottenuto tutto quello che doveva.

Io sono quello che deve aspettare, sperare, pazientare.

Chi mi ridarà il tempo perso? Pensavo di non doverne buttare di nuovo, dopo anni di fallimenti.

Fai come se fossi lì vicino a te, dici.

Sono stanco, stanco di vivere d’immaginazione, l’ho fatto per anni, ho sognato per anni, 

quello che adesso, invece di essere concreto, a portata di mano, sembra solo illusione,

inganno, un investimento a lunga scadenza che puzza di truffa.

Io sono stanco, stanco di investire su qualcosa di incerto, senza prospettive.

Non voglio più comprare speranze a scatola chiusa. Voglio una risposta, una risposta concreta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: