Di ritorno dalla Notte perenne.

9 novembre 2013

Ogni notte così, la stessa feroce battaglia. Al mattino si apre la voragine, frana ai suoi limiti la vita, indifferente. Sopravvivono solo le paure, le angosce, i dubbi, le ansie, nutritesi del buio, del silenzio. Non esiste parola o gesto che restituisca neanche un balenio di pace apparente. E tu sei inutile come un fatuo fiore che appassirà un domani.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: