Tu piccolo mondo

16 aprile 2014

Ho dimenticato tutto e tutti per te, ti ho eletta a mio piccolo ed esclusivo mondo. E adesso? Dimentico persino cosa sono, chi sono e sono stato.

Un niente può ferirmi, perché desidero ciò che mai potrà essere mio, forse è proprio questo desiderarti anche quando sei con me, è segno o sintomo di qualcosa. E la precarietà è il sottofondo di ogni nostra giornata. Tento, a volte, di tapparmi le orecchie, di tapparle con il mio amore per non sentirlo, mi illudo, dicendomi che amo, che faccio tutto ciò che posso. Ma poi, quel maledetto sottofondo, mi ripete: ” Non basterà, non servirà, … Non è mai stato così e mai lo sarà”. E allora la stanchezza si fa strada e vorrei distendermi sull’asfalto, nel mezzo della strada o in un campo isolato e lasciare che tutto sia, dimenticarti e dire che tutto questo è solo un sogno e che mi risveglierò, prima o poi, senza di te, come se tu non fossi mai esistita. Ma tu esisti, e se un giorno dovesse accadere di svegliarmi senza te, sarebbe un giorno diverso da tutti gli altri che ho vissuto e tu esisterai, continuerai ad esistere mentre io non so se esisterò più fuori da te che sei diventata il mio piccolo ed incerto mondo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: