25 marzo 2015

Forse non imparerò mai, forse non smetterò mai di sbagliare, forse inseguirò sempre le mie emozioni, i sensi, i desideri, le vibrazioni, il magma sottostante la superficie apparentemente immota di me, un lago appena increspato dal vento e ribollente nelle profondità più remote di sé. Forse continuerò a seguire me stesso, le mie debolezze, il lato ostinato della mia indole caparbiamente libera, nonostante i percorsi recintati di ogni esistenza umana. Continuerò, lo so, pur sapendo che in fondo è questa la strada, è questa la rotta che nessuno ha segnato, nessuno ha compiuto. Quella strada che percorsa è già un sogno, un incantesimo, un’illusione. Eppure è l’unica che conduce alla libertà, la tua e di nessun altro. Continuerò a sbagliare, lo so. Libero come qualsiasi altro uomo solo.

Annunci